Lampadine a basso consumo, come vanno smaltite?

La lampada fluorescente compatta (CFL) detta anche a basso consumo o a risparmio energetico contiene tracce di mercurio in quantità variabile pertanto deve essere smarrite in maniera corretta.

«Le lampadine fluorescenti compatte sono prodotti contenenti un sistema elettronico complesso e non vanno quindi buttate nella spazzatura, come indica anche l’apposito logo con la croce sul bidone (comune a tutti i Raee: rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche). Il modo giusto di disfarsene è riconsegnarle al negoziante al momento dell’acquisto di quelle nuove o al centro di raccolta comunale più vicino alla propria abitazione, come previsto dal Dm numero 65, entrato in vigore lo scorso 18 giugno 2010. Infatti, le lampade fluorescenti compatte quando si esauriscono diventano un rifiuto pericoloso, il rovescio della medaglia è appunto il mercurio in esse contenuto».

Tratto dall’articolo http://www.tekneco.it/ambiente/come-smaltire-le-lampade-a-basso-consumo/ contenente intervista al responsabile del consorzio ecolamp che si occupa appunto di recupero e smaltimento apparecchiature luminose.

Per quanto riguarda Anagni e la provincia di Frosinone questi sono i centri di raccolta del centro coordinamento RAEE:

http://www.cdcraee.it/GetPage.pub_do?id=402881ae2015686d012018e07445003f

questi invece quelli della provincia di Roma:

http://www.cdcraee.it/GetPage.pub_do?id=402881ae2015686d012018e07445003f

Sullo stesso argomento e sulle altre perplessità legate a questa tipologia di lampadine (eventuali radiazioni uv ed elettromagnetiche) proponiamo questi ulteriori link:

http://www.tekneco.it/ambiente/i-rischi-delle-lampade-a-basso-consumo/

http://www.aamterranuova.it/Ambiente-e-decrescita-felice/La-fregatura-delle-lampadine-a-risparmio-energetico

 

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/dossier/Economia%20e%20Lavoro/risparmio-energetico/sez-risparmio/lampadine-risparmio-energetico.shtml?uuid=ddf50222-98ad-11de-872e-41be20626090

Ulteriore  approfondimento (molto completo) su:

http://mentifermenti.lacantinadellanonna.net/2009/12/24/lampadine-a-risparmio-energetico-qualche-dubbio/

da cui traiamo questo interessante spunto sull’utilizzo di energia per il processo produttivo

Una LF ha una tecnologia più complessa di una LI, quindi è lecito chiedersi se richiede più energia per essere prodotta. Questo interessante articolo su The Watt, blog americano che si occupa di efficienza energetica, fa un po’ di calcoli sulla questione, arrivando alla conclusione che bastano 50 ore di utilizzo di una LF per pareggiare il bilancio energetico produzione+utilizzo, rispetto a una LI.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre + = 6

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>